La storia

Friese ieri e oggi

L'idea

L'azienda è stata fondata nel 1992 da Joachim Friese. Punto di partenza è stata l'idea del figlio Bernardo, di avvalersi del know-how del fratello maggiore Harald, che aveva creato a São Paulo/Brasile una piccola azienda per la produzione di cilindri, per realizzare in Germania uno stabilimento per la produzione di cilindri ondulatori. L'intento era quello di fornire una qualità superiore a quella dei concorrenti ad un prezzo inferiore.

 

 

 

 

 

Nuovi prodotti sulla via del successo

Sin dall"inizio l'obiettivo primario fu quello di fornire ai clienti un'assistenza ottimale. Friese visitò degli stabilimenti per la fabbricazione del cartone ondulato per sondare le esigenze ed i potenziali d"innovazione. Ben presto, Friese seppe soddisfare, con innovazioni tecnologiche, la richiesta più frequente delle aziende, ovvero una minore usura ed un minore scarto. Oltre ai metodi della tempra ad induzione e della nitrurazione utilizzati fino ad allora per l"indurimento dei cilindri ondulatori, Friese percorse una via completamente nuova con il rivestimento al carburo di tungsteno. Nel 1996, Friese introdusse in Europa il rivestimento Rockwelle.

Sin dal 1995, il sistema Brevettato di riscaldamento interno a vapore (Termoscanalature assiali / CCS) Standard da Friese, non solo migliora lo scambio termico ma consente di ridurre la deformazione dei cilindri durante i fermi produttivi.

L'impegno dei collaboratori e collaboratrici di Friese ha reso possibile ulteriori sviluppi rivoluzionari nel campo dei cilindri ondulatori poiché l'azienda non ritiene assolutamente concluso il processo di miglioramento e di innovazione.

La resistenza della Rockwelle non ebbe delle ripercussioni solo all"esterno, che si tradussero in vantaggi per il cliente, bensì anche all'interno: spinse gli ingegneri a migliorare i profili ondulati senza compromessi. Il risultato della ricerca e dello sviluppo fu, nel 1999, una ottimizzazione del profilo che consente di produrre del cartone più resistente, con minori problemi durante la produzione e con l'impiego di una quantità di carta nettamente inferiore: nasceva così il ROCKPROFIL.

La via del successo in cifre

Negli ultimi dieci anni, la Friese, quale produttore specializzato e innovativo di cilindri, è riuscita a conquistare continuamente nuove fette di mercato, a raggiungere tra i produttori di cilindri ondulati una posizione di leader tecnologico mondiale, nonché a creare posti di lavoro sicuri. A partire dal primo colpo di vanga e fino al suo decimo anniversario Friese ha investito 15 milioni € .

L"azienda occupa oggi 65 collaboratori, tra cui circa 10 apprendisti, dispone di tre capannoni per una superficie complessiva di 5.000m² e di un ampio parco macchine.A partire dal 1995, il volume d"affari è cresciuto annualmente del 20 - 30 %, nel 2002 il fatturato ammontava a 7,5 milioni Euro. In base ad una stima personale del mercato tedesco, circa 2 terzi di tutti i cilindri ondulatori di ricambio arrivano ormai da Mupperg.

Un capitolo aziendale finisce – ne inizia uno nuovo

L'anniversario festeggiato nell"anno 2002 ha segnato anche la fine di un periodo nella storia dell'azienda. Joachim Friese si è ritirato dalla guida operativa per svolgere il ruolo di portavoce del consiglio di vigilanza. Il nuovo amministratore e Bernardo Friese.